EMERGENCY collabora con IUSVE per il progetto “NO ALLA GUERRA”

EMERGENCY, in collaborazione con IUSVE, Iniziative e Studi sulla Multietnicità e la casa editrice Tunué, attiva il progetto “NO ALLA GUERRA, per una società pacifica e inclusiva rispettosa dei dritti umani e della diversità fra i popoli”.

Il progetto è uno dei vincitori del bando Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG) 2018, promosso dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

Il progetto, attraverso una serie di attività di educazione, sensibilizzazione e partecipazione, mira a rafforzare la conoscenza di temi legati alla solidarietà e inclusività sociale favorendo il ruolo attivo dei cittadini, in particolare docenti, studenti e giovani,nella promozione di una cultura di pace e non violenza nella vita quotidiana, sul luogo di lavoro e nella comunità.

“NO ALLA GUERRA, per una società pacifica e inclusiva rispettosa dei dritti umani e della diversità fra i popoli” racconterà storie di esseri umani in cerca di pace e dei loro diritti. Parlerà di persone alle persone. Per fuggire da una narrazione tossica e dialogare con tutti, per ricordare la storia dei diritti umani che ha radici profonde che si sono fatte largo nella nostra cultura e, anche se oggi spesso questi diritti vengono negati, non dobbiamo dimenticarle.

In quest’ottica di sensibilizzazione è stata realizzata la prima attività del bando, la mostra fotografica di Giulio Piscitelli “Zakhem | La guerra a casa”, allestita con il supporto dell’agenzia fotografica Contrasto dal 15 maggio al 9 giugno 2019 presso CASA EMERGENCY in Via Santa Croce 19, Milano.

La collaborazione tra EMERGENCY, ISMU, IUSVE e Tunué si protrarrà fino all’autunno del 2020, termine del progetto, con diverse iniziative di formazione, partecipazione e sensibilizzazione volte a coinvolgere l’intero territorio nazionale.

Scarica il comunicato stampa