Presentazione

Presentazione

Il problema dell’emergenza educativa tra i giovani si fa pressante e urgente nella società post-industriale e coinvolge famiglie, scuola, enti territoriali e associazionismo.
Sono diffuse difficoltà di orientamento esistenziale, debolezza di capacità progettuale, carenza di motivazione all’impegno sistematico, incertezza e confusione nei valori. 
Nelle situazioni più gravi si presentano bullismo, con la diffusione mediatica dei suoi effetti, tossicodipendenze, rifiuto della relazione educativa, comportamenti sessuali che ostacolano il processo di maturazione psichica e affettiva, forme diverse di devianza.

La ricerca sociale e psico-pedagogica dell'ultimo decennio ha fortemente collegato il tema dell’emergenza educativa alla complessità sociale, ovvero alle situazioni contingenti che i giovani devono affrontare durante la fase di inserimento in una società adulta sempre più “confusa”, “differenziata” e “complessa”. Una società complessa caratterizzata, inoltre, come sottolineato da più fonti, dall’esplosione di tecnologie della comunicazione e dell’informazione invasive e  potenti che rischiano, quando non accompagnate da processi educativi e culturali adeguati, di aumentare il grande gap comunicativo tra i linguaggi delle generazioni adulte (immigrati digitali) e le giovani generazioni (nativi digitali).

Il disorientamento delle istituzioni e del mondo degli adulti (famiglia, scuola, agenzie di socializzazione) determinato dalla complessità sociale, rischia inoltre di dare vita a comportamenti inerziali, autoreferenziali, privi di esempi efficaci di modelli etici ed affettivi e di relazioni di aiuto pertinenti per i giovani. Le dinamiche in gioco sono ben più gravi del solo insuccesso formativo.

In questo contesto sono urgenti:

  • nuovi professionisti in grado di gestire processi educativi complessi e di offrire consulenza e supporto agli educatori e operatori in campo socio-educativo;
  • nuove competenze per profili professionali che già operano nel campo (scuola e territorio)

Il Master Universitario interdisciplinare in Pedagogia della complessità e Gestione dell’emergenza educativa (primo livello) offre al professionista le competenze per riconoscere, leggere e gestire situazioni problematiche dei giovani, con particolare riferimento ai contesti della Sardegna.

Il Master è organizzato in collaborazione con l’Impresa sociale Baby School Srl – Sardegna.

Per scaricare il volantino informativo del Master Universitario interdisciplinare in Pedagogia della complessità e Gestione dell’emergenza educativa (primo livello)  clicca qui sotto.